Predisporre la videosorveglianza
sul posto di lavoro

Richiedi maggiori informazioni

Per un preventivo, per qualsiasi informazione
e/o servizio informatico tu abbia bisogno, contattaci senza impegno. * campi obbligatori

Consenso al trattamento dei dati *


Impianti sicuri e in regola

La nostra azienda offre ai propri clienti l'assistenza e la consulenza per presentare l'istanza di autorizzazione al posizionamento ed all'uso di telecamere sul luogo di lavoro come previsto dall'art.4 della Legge 300/1970 (Statuto dei lavoratori).

La videosorveglianza, ovvero il controllo ambientale effettuato mediante apparecchi audiovisivi che rilevano in modo continuativo immagini, relative a persone, rappresenta un'attivitá identificabile come trattamento di dati personali ed in quanto tale è soggetta alle disposizioni contenute nel codice della privacy, D. Lgs. 30/6/2003, n. 196.

Secondo l'articolo 4 della Legge 300/1970 è vietato l'uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori.
Gli impianti e le apparecchiature di controllo che siano richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero dalla sicurezza del lavoro, ma dai quali derivi anche la possibilitá di controllo a distanza dell'attivitá dei lavoratori, possono essere installati soltanto previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali, oppure, in mancanza di queste, con la commissione interna. In difetto di accordo, su istanza del datore di lavoro, provvede l'Ispettorato del lavoro, dettando, ove occorra, le modalitá per l'uso di tali impianti.

L'articolo 38 della stessa legge 300/1970 in merito alle disposizioni penali recita come segue:
Le violazioni degli articoli 2, 4, 5, 6, 8 e 15, primo comma lettera a), sono punite, salvo che il fatto non costituisca piú grave reato, con l'ammenda da lire 300.000 a lire 3.000.000 o con l'arresto da 15 giorni ad un anno. Nei casi piú gravi le pene dell'arresto e dell'ammenda sono applicate congiuntamente.

La normativa sulla privacy non si sovrappone né deroga all'operatività dell'art. 4 della Legge 300/1970. Conseguentemente, la normativa piú recente si dedica esclusivamente alla tutela del trattamento dei dati personali, senza avere impatto sulle previsioni contenute nello Statuto dei Lavoratori.


torna su ⇑